Confessioni

Quella troia di mia cognata
di Anonimo77

Era da tempo che avevo voglia di scopare mia cognata che è una stupenda ragazza di 20 anni mora occhi verdi, labbra carnose una bella 4° di seno e un bel culetto.
Finalmente ci sono riuscito! Sono andato a casa della mia ragazza, busso, ma mi risponde la sorella, dice di essere sola. Lisa, la mia ragazza, era uscita per accompagnare la madre dal medico... ma massimo entro un paio d'ore sarebbe tornata. Mi invita a salire. Mi siedo in cucina e la guardo andare avanti e indietro mentre sbriga le faccende. Non stacco gli occhi dal suo bel culo. Mi ha ipnotizzato! Nei miei pantaloni la voglia cresce sempre più, c'è un prigioniero impazzito che vuole solo respirare. Il suo culo è l'aria di cui ha bisogno! Ad un certo punto si abbassa per raccogliere qualcosa ed io riesco a vedere nitidamente il perizoma. Non c'è la faccio più le metto una mano sul culo spingendo il dito medio nel centro. Si alza di scatto dicendo: che cazzo fai? sei impazzito?
Allora le metto una mano sulle tette ma lei, incazzata, mi dice di smetterla. A quel punto la stringo forte a me, aspettavo uno schiaffo, ed invece, con la sua mano mi tocca il cazzo, il prigioniero che non vede l'ora di essere liberato! Inizio a palparla ancora più forte. Le tolgo la maglia ed il pantalone... era più bella di come la mia fervida fantasia l'avesse immaginata, dei seni enormi ma sodissimi, una fighetta rasata in modo da formare una specie di cuore, ma soprattutto un culo... un culo indescrivibile... da morirci dentro!
Le lecco i capezzoli... poi la figa... lei si abbassa, me lo tira fuori e inizia a spompinarmi. Di tanto in tanto mi sega l'uccello con quelle grandi tette. Sono in estasi! La giro e glielo ficco tutto dentro, con tanta forza. Ad un certo punto mi fa: ora sbattimelo nel culo!
Scopiamo ormai da un ora e mezza, ed io sono venuto 2 volte, una volta tra le sue labbra ed un'altra nel culo. Quanto possiamo andare avanti? Purtroppo non lo sapremo mai, ci interrompe il citofono, è la mia ragazza! Ci rivestiamo in 10 secondi netti. Nessuno si accorge di niente. Ma nella mia bocca c'è ancora il sapore della sua figa, corro alla porta e bacio Lisa... mi chiede: ma cos'hai mangiato oggi, hai uno strano alito... ehm, sarà la peperonata di mamma, le rispondo un po' imbarazzato.
Ogni tanto riusciamo a rifarlo, ci incontriamo segretamente e scopiamo. Altre volte, quando non ne abbiamo la possibilità, riusciamo a toccarci nell'intimo in modo che le nostri mani rimangano impregnate dai rispettivi odori.

<< indicesegnala ad un amico